Arriva a Strasburgo al Consiglio d’ Europa il caso dei brogli avvenuti a Reggio Emilia nelle scorse amministrative.

 

STRASBURGO. Riporto il mio intervento di ieri, 29 settembre 2014, in Assemblea del Consiglio d’Europa .

“Grazie Presidente.

Alle scorse elezioni amministrative in Italia, il 25 maggio 2014, nella mia città sono state segnate delle irregolarità durante la votazione. La consigliera del Gruppo al quale appartengo, il Movimento 5 Stelle, ha riscontrato decine di schede elettorali con nominativi scritti con la stessa calligrafia.

Ho sporto denuncia e la polizia scientifica ha iscritto nel registro degli indagati il presidente del seggio, ritenuto, secondo il comunicato stampa della questura della mia città, inconfutabilmente l’autore materiale che ha falsificato i nomi delle preferenze.

Sollevo dunque questo dato gravissimo dato che in questa Istituzione si parla spesso di monitorare le operazioni di voto. Dobbiamo tenere alta l’attenzione anche in quei paesi, come l’ Italia, in cui è scontata la regolarità delle operazioni di voto, perché quello che è successo nella mia città è gravissimo, soprattutto nel caso di un paese come l’ Italia, democratico e in cui non deve mai essere messa in discussione la regolarità delle votazioni.”

 https://www.youtube.com/watch?v=QyGXxR9U8Kw

Maria Edera Spadoni

Delegata Consiglio d’ Europa

Cittadina alla Camera dei Deputati

Movimento 5 Stelle

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*