Esodati. Spadoni (M5S): “Il Governo sta valutando dossier nona salvaguardia. Assicuro il mio impegno per la proroga opzione donna”

ROMA, 11 luglio 2018- “Il Governo sta valutando il dossier nona salvaguardia; da parte mia mi impegnerò a verificare che l’opzione donna sia prorogata” ha dichiarato la Vicepresidente della Camera dei Deputati Maria Edera Spadoni durante il convegno “Revisione e superamento della Legge Fornero” organizzato dal Comitato Nazionale Esodati e da associazioni come ‘CoNUP’.

Nel suo intervento la Vicepresidente ha sottolineato come il tema degli esodati sia molto importante e coinvolga tantissime persone. “Andare in pensione dopo tanti anni di lavoro è un diritto che ormai è diventato quasi una meta irraggiungibile per molti lavoratori” ha continuato Maria Edera Spadoni.

“L’intento comune deve essere quello di abolire gli squilibri del sistema previdenziale introdotti dalla riforma delle pensioni andando anche a stanziare i fondi sufficienti per agevolare l’uscita dal mercato del lavoro verso quelle categorie che oggi sono escluse. La legge Fornero ci obbliga a prendere una decisione sui circa 6000 esodati che chiedono la nona salvaguardia. Il Governo, che si è appena insediato, ovviamente dovrà avere il tempo di studiare i dossier che riguardano la nona salvaguardia, ma posso darvi subito qui una buona notizia: c’è la volontà politica di sistemare questa difficile situazione e il Governo sta valutando il caso in maniera molto attenta per trovare una soluzione” ha incalzato la Vicepresidente.

“So che in sala ci sono anche coloro che si stanno battendo per i diritti delle donne: con la legge Fornero, purtroppo, si è chiesto un sacrificio in più alle donne, che già svolgono spesso un doppio ruolo di cura e di lavoro. Il Governo si è assunto l’impegno di prorogare la misura sperimentale “opzione donna” permettendo alle lavoratrici di andare in pensione con 57/58 anni e 35 di contributi accettando il calcolo contributivo. Da parte mia assicuro la massima attenzione su questo tema e vi garantisco che mi impegnerò a far sì che questa promessa sia mantenuta” ha proseguito.

“Concludo augurandomi che ci sia una stretta collaborazione tra il Parlamento che io qui rappresento, il Governo e tutte le categorie che, troppo spesso nelle precedenti Legislature, non hanno avuto la giusta considerazione. Serve infatti fare rete per una previdenza e un’assistenza che sia all’altezza dei cambiamenti epocali che siamo chiamati ad affrontare e che sostenga il cambiamento che stiamo vivendo per garantire un futuro luminoso al nostro Paese” ha concluso Spadoni.

Spadoni Intervento Comitato Esodati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*