Spadoni: “Pestaggio al pentito, ecco il volto delle mafie. Reggio rialzi la testa”

SPADONI (M5S): “PESTAGGIO AL PENTITO, ECCO IL VOLTO DELLE MAFIE. CORROMPONO CON I “COLLETTI BIANCHI” E IL DENARO FACILE E TI STROZZANO PER SEMPRE: REGGIO RIALZI LA TESTA”

Reggio Emilia 8 maggio 2018- “E’ un fatto gravissimo quello accaduto al pentito Paolo Signifredi, vittima di un agguato di stampo tipicamente mafioso che ha subito un pestaggio e pesanti minacce affinché ritirasse le sue dichiarazioni rilasciate ai vari processi che lo vedono protagonista contro i clan mafiosi. Ecco cosa hanno portato le infiltrazioni di stampo mafioso, che ormai da tempo il Movimento 5 Stelle denuncia, presenti all’interno del nostro territorio” dichiara la Vicepresidente Maria Edera Spadoni.

“Si tratta di una vera e propria spedizione punitiva attuata da ignoti che fa ben capire che non bisogna mai abbassare la guardia; le mafie e le infiltrazioni mafiose, radicate all’interno del nostro territorio, non devono essere sottovalutate e accettare la logica dei “colletti bianchi” porta comunque a questo” continua la parlamentare.

“Il loro unico scopo è quello di corrompere con il denaro e la sete di denaro e mantenere il potere con timore fino a minacciare: i cittadini e le Istituzioni non devono mai piegarsi al loro volere e non devono farsi intimorire. La sicurezza per le persone che si ribellano al sistema negli ambiti di legge deve essere posta al primo posto, onde evitare episodi di questo tipo. Bisogna sempre denunciare i soprusi e le ingiustizie per evitare che episodi di questo tipo rimangano impuniti capendo che le mafie penetrano nella società con il volto suadente del denaro facile (pensiamo ad azzardo, appalti, aiuti, denaro facile) e poi ti strozzano per sempre” conclude la Vicepresidente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*