COMUNICATI

Profughi, Spadoni (M5S): “Sì all’accoglienza diffusa, no alla concentrazione nella sola città di Reggio Emilia”.

Reggio Emilia, 27 marzo 2017. “Ieri nel dibattito pubblico con il mio collega Manlio Di Stefano, abbiamo toccato la questione dell’ accoglienza diffusa. L’annosa problematica dei profughi deve essere affrontata con urgenza e al contempo non deve essere strumentalizzata: la richiesta sulla chiusura degli hub è assolutamente legittima ma essa deve essere direttamente proporzionale alla disponibilità all’accoglienza diffusa” dichiara la deputata reggiana  Maria Edera Spadoni. Secondo la parlamentare è “fondamentale seguire una progettualità di accoglienza diffusa affinché i profughi possano ...

Continua »

M5S: Arriva a Reggio Emilia “L’obiettivo esteri tour” in vista delle prossime elezioni politiche.

Domenica 26 marzo presso la sala dell’Ostello della Ghiara, via Guasco 6 ore 17 Reggio Emilia, 23 marzo 2017- Domenica 26 marzo a Reggio Emilia arriverà il tour nazionale del M5S relativo alla politica estera del M5S. I temi che affronteremo, presto in votazione sul blog, costituiranno una parte del programma di governo in vista delle prossime elezioni politiche. Parleremo di “Sovranità e indipendenza”, “Ripudio alla guerra”, “NATO”, “Risoluzione dei conflitti in Medio Oriente”, di “Russia e USA”, di “Immigrazione” ...

Continua »

Frode del formaggio: “M5S, magistratura vada a fondo. Parmigiano e grana padano diventino NO-OGM”

“Frode del formaggio, la magistratura deve andare a fondo nell’inchiesta sull’utilizzo di residui antibiotici per lavorare Parmigiano Reggiano e Grana Padano. Non è accettabile che il buon nome e la qualità e la tipicità del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano vengano messe in discussione da azioni che sarebbero state compiute anche dall’ex presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano Giuseppe Alai (indagato per abuso d’ufficio), aziende e imprenditori reggiani, mantovani e fiorentini che dovrebbero garantirne invece la massima tutela” così ...

Continua »

Mafie, M5S: “Rosy Bindi, dopo le dichiarazioni su Reggio Emilia, sia coerente e calendarizzi le nostre richieste che da troppo tempo rimangono inascoltate”

“Rimaniamo basiti dalle dichiarazioni di Rosy Bindi su Reggio Emilia questa mattina: abbiamo più volte chiesto in ufficio di presidenza che ci si occupasse della grave situazione delle infiltrazioni mafiose in cui versa la città di Reggio Emilia e ad oggi, il suddetto ufficio che lei presiede, non ha dato nessun riscontro” così i membri M5S della commissione antimafia e Maria Edera Spadoni, deputata reggiana. “Abbiamo segnalato le problematiche relative al catasto, problematiche che, a nostro avviso, dovevano essere assolutamente ...

Continua »

Spadoni (M5S): “Anche l’ANM condanna il ddl penale”

DDL PENALE, SPADONI (M5S): “ANCHE L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE MAGISTRATI AFFERMA CHE E’UNA LEGGE CHE RALLENTA I PROCESSI E DANNOSA PER I CITTADINI. IL PD REGGIANO AVRA’ LA FACCIA TOSTA DI SMENTIRE L’ANM?” Reggio Emilia, 16 marzo 2017 – “Sicuramente i parlamentari e i sindaci del Pd reggiano non avranno preso bene le mie dichiarazioni di ieri relative al ddl penale su cui il governo Renzi- Gentiloni ha posto l’ennesima fiducia. Ieri denunciavo come questo disegno di legge da una parte aumenta ...

Continua »

Dddl penale, Spadoni (M5S): “Legge inganno, si legano le mani ai magistrati e forze dell’ordine su intercettazioni e indagini”.

DDL PENALE: M5S, E’ LEGGE INGANNO. CON UNA MANO SI AUMENTANO LE PENE (GIUSTO), CON L’ALTRA SI LEGANO MANI  A MAGISTRATI E FORZE DELL’ORDINE SU INTERCETTAZIONI E INDAGINI! REGGIO EMILIA 15 MARZO – “Fatta la legge trovato l’ìnganno, il tutto alle spalle di migliaia di cittadini che firmano petizioni online e protestano giustamente preoccupati dall’escalation della criminalità nel reggiano. Il DDL penale del governo Gentiloni-Renzi proprio come uno specchietto per le allodole, da una parte aumenta le pene per i ...

Continua »

Poiatica, M5S: “Dopo indagini DDA, audire subito Bini in Commissione ecomafie”.

  Zolezzi e Spadoni: richiesta avanzata da oltre un anno, con la disponibilità dello stesso sindaco di Castelnovo Monti (che ha già inviato una memoria scritta) di essere ascoltato dalla Commissione. REGGIO EMILIA 11 MARZO -“Enrico Bini sia ascoltato al più presto dalla Commissione Ecomafie. Dopo la notizia che la DDA ha finalmente interessando della discarica Iren di Poiatica, chiediamo che il sindaco di Castelnuovo Monti sia ascoltato in Commissione d’inchiesta che indaga sul ciclo illecito dei rifiuti. Richiesta che ...

Continua »

Spadoni (M5S): “Il 15 settembre scatterà la pensione ai parlamentari. Vogliamo che la nostra delibera sia votata subito”.

SPADONI (M5S): “VITALIZI, UNA VERGOGNA ALL’ITALIANA. IL 15 SETTEMBRE SCATTERA’ LA PENSIONE DOPO SOLO 4 ANNI, 6 MESI E 1 GIORNO IN PARLAMENTO. VOGLIAMO CHE LA NOSTRA DELIBERA SIA VOTATA SUBITO: STESSO TRATTAMENTO PENSIONISTICO PER PARLAMENTARI E CITTADINI. INCERTI, GANDOLFI, MARCHI, IORI, PIGNEDOLI, MUSSINI: NIENTE DA DIRE?” “Il 15 settembre per deputati e senatori scatterà la pensione, dopo soli 4 anni, 6 mesi e 1 giorno di permanenza in Parlamento: un privilegio medievale che è uno sfregio ai comuni cittadini. ...

Continua »

8 marzo, M5S: “La politica dimostri importanza delle donne con i fatti”.

Istituzione del ministero per le Pari Opportunità, miglioramento delle politiche di conciliazione, parificazione dei salari, monitoraggio sulla violenza di genere ed educazione scolastica a differenze e affettività sono atti imprescindibili per uscire da una vergognosa arretratezza socio-culturale. ROMA 8 marzo – “In qualità di portavoce dei cittadini in Parlamento riteniamo che il modo migliore per festeggiare l’8 marzo sia quello di spingere la politica a fare molto più per le donne di questo Paese. A tutte loro che, ogni giorno, ...

Continua »

Violenza di genere una violazione dei diritti umani: M5S, stop alle politiche spot del Governo italiano. Ce lo conferma la CEDU

Ieri è stata approvata alla Camera dei Deputati la legge sulle norme a favore degli orfani per crimini domestici. Oggi è arrivata la condanna del nostro paese da parte della Corte europea dei diritti umani: l’Italia non ha agito con sufficiente rapidità per proteggere una donna e suo figlio dagli atti di violenza domestica perpetrati dal marito che hanno portato all’assassinio del ragazzo e al tentato omicidio della moglie. “Come delegati italiani in Consiglio d’Europa non possiamo che esprimere il ...

Continua »