Inceneritore di Parma: Anac conferma quanto contenuto nella procedura d’infrazione Ue del 2011. Pronta in Parlamento un’interrogazione.

APPALTO INCENERITORE PARMA / INTERROGAZIONE IN PARLAMENTO ANAC CONFERMA QUANTO CONTENUTO NELLA PROCEDURA D’INFRAZIONE UE DEL 2011. SE L’ ITALIA SARA’ CONDANNATA DA BRUXELLES  SIANO I RESPONSABILI POLITICI E INDUSTRIALI DELL’OPERAZIONE INCENERITORE A PAGARE IL CONTO . L’appalto per l’inceneritore di Parma favorì Iren, violando le norme in materia di concorrenza. Lo afferma l’Autorità Nazionale Anticorruzione-ANAC pronunciandosi sull’esposto degli avvocati Allegri e De Angelis che di fatto conferma le denunce negli ultimi anni dei due legali, del Movimento 5 Stelle e dei ...

Continua »

Ringrazio tutti per la solidarietà che mi avete espresso.

Ringrazio tutti per la solidarietà che mi avete espresso. Le vostre parole mi hanno fatto sentire protetta e supportata. Non c’è niente di peggio che sentirsi isolati, o pensare che si sottovaluti o minimizzi il problema. Perché il problema, nel nostro territorio, purtroppo, esiste e rendersene conto é il primo passo per risolverlo. Ringrazio Libera per il comunicato nazionale di solidarietà. Ringrazio Corto circuito web per la vicinanza e il supporto. Come già detto più volte ai giornalisti, essere uniti nella battaglia ...

Continua »

Ignoti si avvicinano a Spadoni (M5S) a fine comizio: “Non nomini più Grande Aracri”. Sporta denuncia alle autorità competenti.

REGGIO EMILIA – 19 ottobre – Ieri all’evento nazionale sull’acqua pubblica in piazza Martiri 7 Luglio abbiamo parlato di tante cose. Io ho ricordato il pericolo delle infiltrazioni mafiose che purtroppo riscontriamo anche nel nostro territorio. Ho ricordato che i parlamentari emiliano romagnoli del Movimento 5 Stelle hanno richiesto due settimane fa le dimissioni del sindaco di Brescello (Re) Coffrini dopo le sue dichiarazioni su Grande Aracri, condannato in via definitiva per associazione a delinquere di stampo mafioso nel 2008. ...

Continua »

L’ipocrisia di 47 Stati CoE: la continua violazione dei diritti umani in Azerbaijan

Roma 16 ottobre – Alla luce della continua violazione dei diritti umani portata avanti dal presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev, i deputati del MoVimento 5 Stelle delegati in Consiglio d’Europa, Maria Edera Spadoni e Manlio Di Stefano, chiedono al Comitato dei Ministri della medesima organizzazione internazionale di verificare eventuali violazioni dell’articolo 3 dello Statuto del Coe da parte del governo di Baku. “L’Azerbaijan è membro del Consiglio d’Europa ma forse pochi ricordano, o fanno finta di non sapere, che si tratta ...

Continua »