Abolizione delle Province: la grande montatura di Delrio. Giovedì scorso il Senato ha dato l’ approvazione alla discussione urgente del ddl del Movimento 5 Stelle per abolire realmente le Province.

Giovedì scorso il Senato ha votato la calendarizzazione urgente del disegno di legge costituzionale del Movimento 5 Stelle per abolire le Province: questo prova quanto il disegno di legge di Delrio sia assolutamente inadeguato.
Grazie all’azione del M5S ora il Governo ed in primo luogo il Partito Democratico sono politicamente chiamati alla prova dei fatti.
Il ddl Delrio -non portando ad una reale abolizione delle Province- senza la proposta di legge costituzionale del Movimento 5 Stelle risulta inadeguato.
Un provvedimento, quello dell’ex sindaco di Reggio Emilia, che ha tantissime criticità evidenziate anche da costituzionalisti e dalla Corte dei Conti: crea nuovi enti -le città metropolitane- e non abolisce le Province che diventano solo organi non elettivi moltiplicando i costi in quanto i centri di spesa non vengono cancellati.
Un progetto affrettato che il Movimento 5 Stelle ha contrastato in quanto contraddittorio e peggiorativo.
Contano solo i fatti. L’impegno a calendarizzare con urgenza il disegno di legge a prima firma Vito Crimi per l’abolizione delle Province deve trovare un effettivo riscontro.
Al Pd non resta che votare la proposta del Movimento 5 Stelle: aboliamo realmente le Province.

 

Maria Edera Spadoni
Cittadina alla Camera dei Deputati
Movimento 5 Stelle

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Inserire tutti i campi obbligatori *

*