Ambiente: il neo ministro Galletti, sciagura dal punto di vista ambientale.

Il neo ministro dell’Ambiente Galletti è una sciagura dal punto di vista ambientale: è a favore del nucleare e degli inceneritori, è nei fatti un difensore delle attività industriali di Hera e del piano regionale rifiuti promosso dalla Regione Emilia Romagna a guida Errani che punta a far diventare questa Regione la pattumiera d’Italia bruciando negli 8 inceneritori presenti sul territorio i rifiuti residui provenienti da altre zone d’Italia. Un piano che prevede la liberalizzazione dei flussi dei rifiuti portato avanti dal predecessore di Galletti, Orlando e che ha visto i sindaci dell’Emilia Romagna mobilitarsi sia a Roma che contro le decisioni della Regione Emilia Romagna. Un piano ancora più inaccettabile, perchè punisce i Comuni virtuosi in raccolta differenziata, in primo luogo Parma ora primo capologuo emiliano con oltre il 58% di raccolta differenziata raggiunta in pochi mesi grazie all’estensione del porta a porta. Se si attuassero serie politiche di riduzione e raccolta differenziata in tutta l’Emila Romagna che dà a questo governo ben 5 ministri, si potrebbero subito chiudere ben 6 inceneritori su 8.

Maria Edera Spadoni
Cittadina alla Camera dei Deputati
Movimento 5 Stelle

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Inserire tutti i campi obbligatori *

*