DEPOSITATA A MIA PRIMA FIRMA UN’INTERROGAZIONE AL MIUR.

SI CHIARISCANO I MOTIVI DELLE MANCATE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO IN EMILIA ROMAGNA DEL PERSONALE ATA.

Il caso delle mancate assunzioni a tempo indeterminato in Emilia Romagna di diversi assistenti amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici (personale ATA)  dovute al congelamento di posti lasciati liberi dalla mancanza di lavoratori abilitati a DSGA (direttore dei servizi generali e amministrativi) è stato sollevato e a me presentato dall’ Unione Sindacale di Base di Reggio Emilia.

Con circolare ministeriale del 7 agosto 2014 il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha autorizzato le immissioni in ruolo di  4599 unità di personale Ata; nella stessa circolare  è stato stabilito che, nel caso in cui sarebbero state vuote le categorie di aspiranti, si sarebbe dovuto provvedere ad assumere/compensare con altri in lista con un profilo simile.

In altre regioni è stato rispettato quanto il Ministero dell’Istruzione aveva disposto: in caso di mancanza di lavoratori DSGA in graduatoria da stabilizzare si è proceduto infatti per compensazione sul profilo amministrativo, tecnico e collaboratore scolastico.

Questo invece non è avvenuto in Emilia Romagna.

 In tempi di fortissima crisi occupazionale non possiamo comprendere la scelta di congelare delle assunzioni a tempo indeterminato. Ho presentato un’interrogazione al Miur su questa disparità di comportamento tra vari uffici regionali.

 

Maria Edera Spadoni

Cittadina alla Camera dei Deputati

Movimento 5 Stelle