Defranceschi non è solo. Con lui i parlamentari M5S ER. Arroganza della Giunta senza limiti.

Andrea Defranceschi non è solo.

Dietro di lui c’è  il sostegno di tutto il gruppo di cittadini portavoce di Camera e Senato Emilia Romagna e la spinta di oltre 600.000 elettori che hanno scelto il M5S alle ultime consultazioni. La battaglia di Defranceshi -che si sta spendendo affinchè il Piano Regionale dei Rifiuti passi al vaglio dell’aula dell’Assemblea Legislativa- è sacrosanta. Il proposito della Giunta, di evitare il dibattito e il confronto mediante l’approvazione diretta, non è accettabile. Forse il Presidente Errani si illude così di poter scavalcare l’unica opposizione in aula: il Consigliere del Movimento 5 Stelle. Ma sbaglia, perché i cittadini sono informati su cosa sta succedendo. Calpestare le Istituzioni rappresentative è inaudita violenza politica. Anche noi, nelle aule parlamentari, viviamo spesso l’assurda condizione di dover essere ratificatori di atti governativi, con lo spazio per il confronto pressoché inesistente . E’ un impoverimento della politica che va fermato: crea una cesura insanabile fra cittadini e politica. I rappresentanti dei cittadini dovrebbero infatti partecipare e dibattere quanto più possibile provvedimenti così importanti. Il Piano rifiuti così approvato- secondo cui gli inceneritori dell’ Emilia Romagna potranno essere riempiti con rifiuti provenienti da tutt’ Italia- avrà ripercussioni almeno ventennali sull’ambiente e sulla salute di tutti i cittadini.  Non può passare con un colpo di mano.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Inserire tutti i campi obbligatori *

*