Screenshot 2014-10-07 13.22.30

Questa mattina in seduta congiunta Affari Esteri e Affari Sociali – Audizione del Ministro della Salute Lorenzin sull’emergenza ebola.

 

 

Si prevede il picco di 20000 casi entro dicembre di quest’anno.

Da dicembre 2013 fino a ottobre 2014, secondo l’oms, sono stati riportati 7000 casi di cui oltre 3000 morti.

In tutto gli aiuti da parte dell’unione Europea ai paesi dell’Africa centrale sono stati di 140 milioni di euro.

Gli Stati Uniti, oltre ad aver stanziato 75 milioni di dollari, hanno inviato 3000 militari nei paesi africani.

Lavoro come assistente di volo da 5 anni, ho fatto quindi richieste specifiche alla ministra:

-Cosa intende esattamente quando parla degli aeroporti di Milano malpensa e Roma fiumicino classificati come “sanitari”

Risposta:

FCO e MXP hanno particolari strutture di isolamento per poter mettere, eventualmente, un intero aereo in quarantena (queste strutture ci sono in quasi tutti gli aeroporti europei).

-Che tipo di misure stanno adottando per la tutela degli equipaggi. Ho smentito la ministra che aveva dichiarato che non c’erano voli diretti dall’Italia verso paesi a rischio (voli diretti da Roma a Lagos operati da Alitalia al momento).
Che misure prevedono per quei lavoratori (assistenti di volo e piloti) che operano i voli diretti verso paesi a rischio?

Risposta:

La Nigeria non é considerata zona a rischio come altri paesi africani.

Su tutela equipaggi: hanno mandato una circolare per informare gli equipaggi del virus. Tradotto: circolare informativa per spiegarci quello che già sappiamo, cioè come prevenire eventuali trasmissioni di virus. Per il resto niente, la salute degli equipaggi viene messa in secondo piano. L’importante é assicurare i voli a tutti i costi.