Ringrazio tutti per la solidarietà che mi avete espresso. Le vostre parole mi hanno fatto sentire protetta e supportata. Non c’è niente di peggio che sentirsi isolati, o pensare che si sottovaluti o minimizzi il problema. Perché il problema, nel nostro territorio, purtroppo, esiste e rendersene conto é il primo passo per risolverlo. 
Ringrazio Libera per il comunicato nazionale di solidarietà. 
Ringrazio Corto circuito web per la vicinanza e il supporto.
Come già detto più volte ai giornalisti, essere uniti nella battaglia alle infiltrazioni mafiose é fondamentale, a prescindere dalle divergenze politiche.
Ringrazio i sindaci che mi hanno espresso vicinanza, vicinanza che però non può e non deve essere strumentalizzata ad hoc per ripulirsi l’immagine.
Anche io lo avrei fatto per loro. Così come lo avrei fatto per i miei colleghi e concittadini Antonella Incerti, Maino Marchi, Leana Pignedoli, Maria Mussini, Paolo Gandolfi e Vanna Iori.
Così come lo avrei fatto per tutti quei sindaci, consiglieri comunali, assessori, che credono nell’onestà, che lottano contro la corruzione, che credono nelle istituzioni, che sanno che, a prescindere dalle linee politiche, mostrare unità e condivisione di intenti in questi casi è di primaria importanza.
Ringrazio i giornalisti reggiani che mi hanno chiamato e hanno espresso vicinanza.
Infine, ringrazio gli oltre 800 messaggi di solidarietà che ho ricevuto via mail e via facebook da cittadini di tutta Italia che credono in un Paese libero da illegalità, da corruzione, da omertà, da mala politica, da clientelismi, da malaffare.

GRAZIE