Stamattina audizione con ministri Gentiloni (Esteri) e Pinotti (difesa).
Si è parlato di ISIS (chiamato più opportunamente Daesh) e dei fucilieri Latorre e Girone. Latorre al momento si trova in Italia per problemi di salute, Girone è ancora bloccato in India.

Le mie domande alla Pinotti:

– copertura finanziaria missione Inherent resolve: sì perché gli italiani ancora non lo sanno, ma da agosto siamo in “missione” con una coalizione guidata dagli Stati Uniti, senza nessun cappello ONU e senza una legittimazione parlamentare. Ricordo ancora una volta che l’UNICA votazione parlamentare è stata quella del 20 agosto in cui hanno autorizzato l’invio di 200 mitragliette da dare ai peshmerga curdi attraverso Baghdad. Votazione tra l’altro fatta solo in commissione e non portata in aula. Ora visto che hanno rimandato in commissione bilancio la nostra proposta per contrastare la corruzione visto che mancava la COPERTURA finanziaria mi spieghino da quale cilindro magico stanno tirando fuori i soldi per mandare centinaia di militari, lanciagranate, cariche di munizioni, 4 tornado e 2 predator.

– documentazione relativa all’entrata in missione. DOVE troviamo l’accordo, QUANDO è stato fatto, CON CHI, QUALI sono le condizioni, ESISTE un termine massimo di durata della missione (della serie, durata aperta e rimaniamo 13 anni come in Afghanistan??)

Domande a Gentiloni:

– Amici della Siria: la politica estera perpetrata da questi governi è semplicemente schizofrenica: ci troviamo in un’organizzazione, Amici della Siria, che supporta (militarmente e finanziariamente) gli oppositori di Assad. Chiaramente questa organizzazione è guidata dagli Stati Uniti. Poi arriva De Mistura (ve lo ricordate? quello che doveva risolvere la faccenda Marò e dopo anni di inutilità diplomatica lo hanno messo inviato speciale ONU sulla Siria) e attraverso l’operazione freeze Aleppo chiede il congelamento delle ostilità tra oppositori del regime e Assad. Quindi da una parte supportiamo l’opposizione e dall’altra chiediamo congelamento ostilità. Semplicemente ridicoli.

– Azioni CONCRETE per risolvere la controversia dei due fucilieri. COSA vogliono fare, che OBIETTIVI hanno esattamente. E’ pazzesco come il politichese possa salvare questa gente dal prendersi le loro responsabilità. In audizione Gentiloni ha detto: “LA DETENZIONE RECA PARTICOLARE DISAGIO PRENDEREMO ULTERIORI PROVVEDIMENTI…” ma QUALI??????

– ha parlato di richiamare l’ambasciatore italiano. Già fatto col governo precedente e non ha funzionato direi. Quindi AZIONI? NESSUNA.

RISPOSTE:

– su copertura finanziaria si trova in legge di stabilita (non lo troverete nello stenografico dato che la Pinotti non aveva risposto e incalzata dalla sottoscritta ha risposto a microfoni spenti).
Nella stabilità si parla di 800 milioni di euro per TUTTE le missioni e non nello specifico di questa quindi di che sta parlando?

– su documentazione relativa alla missione: nessuna risposta

– su amici della siria Gentiloni non trova incoerente rimanere sia lì che nell’ONU

– su azioni concrete: nessuna risposta.

Impressioni generali: ho la netta sensazione che i ministri non siano per niente abituati a domande SPECIFICHE e che, se le domande sono scomode, semplicemente non rispondono.