“A due anni dal terremoto dell’Emilia i cittadini tirano le somme di una ricostruzione ancora in alto mare ma il partito di maggioranza si autocompiace di provvedimenti inconsistenti”. Lo dichiarano i deputati e senatori M5S dell’Emilia Romagna che aggiungono: “Il tormentone di questi giorni è la fiscalità di vantaggio: il terremoto dell’Emilia è stato il primo evento sismico in Italia a toccare profondamente aree industriali e ad avere forti ripercussioni sul tessuto economico regionale ma anche nazionale ma la verità è che il Governo non è stato in grado di cogliere questo elemento e di programmare misure adeguate”.
Il Movimento 5 Stelle – affermano i pentastellati- già da tempo chiede misure per un reale abbassamento della pressione fiscale e contributiva nelle area colpite dal sisma e successivamente dall’ alluvione. Le nostre aziende hanno dimostrato di sapersi rimboccare le maniche ma crediamo che una fiscalità di vantaggio potrebbe davverorappresentare una svolta per la ricostruzione. Già a giugno 2013 tra i nostri primi atti di inizio della legislatura ci fu un emendamento a prima firma Ferraresi per l’istituzione delle zone franche urbane. Abbiamo poi riprovato pi ù volte a spingere l’acceleratore su una fiscalità di vantaggio in ossequio alla normativa europea, anche con un ordine del giorno alla legge di stabilità a prima firma Dell’Orco e con una mozione ma tutti i nostri tentativi senza un reale motivo sono stati bocciati dalla maggioranza”.
“In questi giorni però -raccontano i parlamentari -in clima da campagna elettorale, ascoltiamo attoniti Giorgio Pighi, sindaco di Modena, asserire che la fiscalità di vantaggio è il nodo centrale, si è unito al coro anche il Presidente Errani mentre il sindaco di Medolla ha addirittura assicurato di avere avuto un’apertura sulla fiscalità di vantaggio direttamente da Renzi in persona. Peccato però –asseriscono i pentastellati- che nel decreto per il sisma e alluvione dell’Emilia che sarà prossimamente in discussione alla Camera per la conversione ancora non ci sia niente a riguardo”.
“A parole dunque ora siamo tutti d’accordo sull’importanza di una fiscalità di vantaggio ma ora aspettiamo Governo e maggioranza alla prova dei fatti, per questo –concludono i parlamentari- presenteremo degli emendamenti in fase di conversione del decreto alluvione e valuteremo questa volta come si comporterà la maggioranza perchè noi non ci fidiamo di chi afferma una cosa sulla stampa e poi agisce in maniera opposta nelleamministrazioni e nelle aule parlamentari”.
Leggi gli atti parlamentari M5S a favoredella fiscalità di vantaggio
EMENDAMENTO M5S
http://nuovo.camera.it/CDD-SearchWeb/index4.jsp?parole=fighter&trp=2&Legislatura=17&pres=Deputato&nomeDep=%22Ferraresi%20Vittorio%22&tseduta=Assemblea&idAtto=1197&rifn=1197&rifs=&rift=&sedutaN=36&numeme=6.21.&riform=&sesame=&esito=inammissibile
ODG M5S
http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=12023&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27ODG+IN+ASSEMBLEA+SU+P.D.L.%27+|+%27CAMERA%27
GUARDA IL VIDEO

Michele Dell’Orco, Vittorio Ferraresi, Maria Edera Spadoni, Matteo Dall’Osso, Giulia Sarti, Mara Mucci, Paolo Bernini – M5S Camera Emilia-Romagna

Elisa Bulgarelli, Michela Montevecchi – M5S Senato Emilia-Romagna